Museo all’aperto della Grande Guerra

Sul Lagazuoi è ancora possibile vedere le tracce della Guerra Bianca (1915-1918), unite in un museo a cielo aperto.

Durante la Grande Guerra, il Lagazuoi, un monte alto ben 2.835 m s.l.m. nel Gruppo di Fanes, fu teatro di feroci battaglie tra l’esercito italiano e quello austro-ungarico. Spesso la montagna fu il nemico più crudele delle truppe avversarie. Ancora oggi si possono vedere i resti delle impenetrabili fortezze, gallerie, trincee e postazioni di mitragliatrici nelle rocce. Gran parte di esse è stata restaurata grazie a una collaborazione tra l’Italia e l’Austria ed è di nuovo accessibile.

Sentieri escursionistici sul Lagazuoi collegano le singole aree, costituendo un museo all’aperto che si estende su un’ area di ben 5 km² tra il Passo di Falzarego e il Passo di Valparola. Questo museo a cielo aperto è diviso in tre zone: Cinque Torri (batterie di cannoni del gruppo italiano di artiglieria da montagna), Sasso Stria (una delle postazioni più importanti delle truppe austriache) e Forte Tre Sassi dove al giorno d’oggi sono esposti gli equipaggiamenti e gli oggetti di uso quotidiano dei soldati.

Il Museo all’aperto della Grande Guerra è accessibile in diversi modi: quello più facile è la salita con la Funivia Lagazuoi dal Passo di Falzarego, sul “Sentiero del Fronte” o sul più impegnativo “Sentiero dei Kaiserjäger”. Il “Giro della Grande Guerra” invece, lungo ben 20 km, ha inizio dal Passo di Falzarego e porta nell’area Cinque Torri, in parte lungo il Sentiero delle Gallerie di Guerra.

Alloggi consigliati

  1. Hotel Ciasa Soleil
    Hotel

    Hotel Ciasa Soleil

  2. Hotel Belvedere
    Hotel

    Hotel Belvedere

  3. Hotel Tofana
    Hotel

    Hotel Tofana

  4. Hotel Kolfuschgerhof
    Hotel

    Hotel Kolfuschgerhof

  5. Hotel Plan Murin
    Hotel

    Hotel Plan Murin

Suggerimenti ed ulteriori informazioni